\\ Home Page : Articolo : Stampa
Finalmente la verità! Sono pagato dalla CIA...
Di Manlio (del 21/02/2009 @ 22:35:08, in Pensieri liberi, linkato 1365 volte)
Tipi strani in giro ce ne sono tanti e da quando ho scritto il libro me ne sono passati davanti non pochi. Di aneddoti da raccontare ne avrei tanti perchè ad ogni presentazione c'è sempre qualcuno che vuoi per protagonismo, vuoi perchè non ha molto da fare si dedica allo sport più amato dagli italiani: il pettegolezzo.

E se succede ad uno scrittore NO-SELLER come il sottoscritto posso immaginare cosa capiterà agli autori più popolari.
Ma questa la voglio raccontare perchè temo sia troppo esilarante. Tenetevi forte: il sottoscritto è uno stipendiato dalla CIA. E naturalmente non perchè sia dipendente della Confederazione Italiana degli Agricoltori.

E' andata così.

Stasera mi ha chiamato un lettore con il quale siamo diventati abbastanza amici e, riuscendo a trattenere a stento le risate, mi ha raccontato un episodio che gli è capitato recentemente assistendo ad una proiezione del documentario "Il sol dell'avvenire" a Roma.

Era arrivato con largo anticipo e prima della proiezione stava dando un'occhiata al mio libro, che aveva portato con se nella borsa. Quando si è avvicinato un altro spettatore che, indicando il testo, inizia un dialogo.
Racconto  quello che i due si sono detti, per come mi è stato riferito.

Spettatore: "Conosci quel libro?"
Amico: "Beh, direi di si"
Spettatore: "L'hai letto'"
Amico: "Si..."
Spetttore: "Ti è paciuto?"
Amico: "Si..."
Spettatore: "Secondo me è di parte"
Amico: "Credo che qualsiasi libro sia di parte. Non credo possa essere considerato un difetto. Stai dicendo una cosa lapalissiana..."
Spettatore: "Ma tu lo conosci l'autore?"
Amico: "No, perchè tu lo conosci?"
Spettatore: "Certo. Ed è un amico degli americani"
Amico: "Prego?"
Spettatore: "Si, è pagato dalla CIA. Gli danno 8.000 (!) euro al mese, capisci?"
Amico: "Ah, si certo, capisco. Beh ora ti saluto che mi sa che è arrivato un mio amico con cui avevo appuntamento"

Ho chiesto all'amico di descrivermi il personaggio. Giovanile, alto, pochi capelli ed una vistosa chierica.
Chissà se avrò mai il piacere di conoscerlo. Non fosse altro per dirgli che, nel caso la CIA decidesse di stipendiarmi, sicuramente mi ricorderò di lui e avrò modo di dividere i proventi con la formula dell'80-20: 80% a me, 20% a lui. Una provvigione del 20% mi sembra decisamente generosa. O no?