\\ Home Page : Articolo : Stampa
L'appello ai cittadini di Ostia
Di Manlio (del 11/06/2009 @ 10:43:57, in Attualit, linkato 1356 volte)
Mi ha scritto Giorgia Celli, una delle tante cittadine di Ostia che non hanno condiviso la scelta della presenza di Ligio Gelli nella cittadina del litorale laziale.

La città si mobiliterà dandosi appuntamento davanti al Teatro Manfredi per una manifestazione pacifica alla quale hanno aderito già in molti.

Pubblico volentieri l'appello che mi è arrivato perchè ritengo che esprima molto bene i concetti chiave ed i valori che hanno guidato i promotori.

APPELLO ALLA CITTA'

Sabato 30 Maggio 2009, fra lo stupore e l’indignazione di tutti, veniva annunciato nell’aula consiliare del 13° Municipio, con la partecipazione ufficiale del presidente Giacomo Vizzani e di numerosi esponenti della maggioranza, la consegna del premio culturale “Città di Ostia” a Licio Gelli, uno dei personaggi più vergognosi della storia d’Italia.

Licio Gelli ha combattuto nelle “camice nere” al fianco del generale Franco contro la Repubblica Spagnola; ha militato nella Repubblica di Salò divenendo ufficiale di collegamento fra il fascismo ed il reich di Hitler; è stato protagonista delle trame più oscure e nere della storia del nostro paese: dal crac del banco ambrosiano, a Gladio, alla stagione dei tentati golpe e dello stragismo. Licio Gelli è stato condannato per depistaggio per la strage di Bologna. E’ “maestro venerabile” della Loggia Massonica P2 che aveva l’obiettivo, attraverso un disegno eversivo, di ribaltare l’assetto democratico del nostro paese.

I cittadini che si riconoscono nei valori non negoziabili della Costituzione e della Democrazia, rifiutano di associare il nome della nostra città a tale personaggio; respingono con la massima fermezza l’assegnazione di un riconoscimento per la “poesia” a tale spregevole individuo, “scrittore” soltanto di pagine vergnose della storia italiana.

Giudichiamo di una gravità inaudita il sostegno politico ed isituzionale dato all’iniziativa dal presidente Vizzani e dalla maggioranza del 13° Municipio, di cui registriamo, a tutt’oggi, l’assenza di una chiara e netta dichiarazione di dissociazione isituzionale e politica.

Allo stesso modo crediamo indispensabile, di fronte a quello che sta accadendo, schierarsi e prendere parola; rivendicare un altro modo di fare cultura ed un’ idea altra di città e di società. Cosi come è indispensabile difendere gli spazi di democrazia e di partecipazione e, insieme, le esperienze importanti realizzate dal basso sul nostro territorio.

Facciamo appello a tutte le realtà civiche ed artistiche, A TUTTI I CITTADINI E LE CITTADINE, affinchè esprimano la propria Iindignazione aderendo al nostro appello e costruendo insieme una mobilitazione civile e partecipata.

SABATO 13 GIUGNO ORE 17

DI FRONTE AL TEATRO MANFREDI DI OSTIA

(via dei Pallottini 10, difronte alla stazione Lido Centro).

MANIFESTAZIONE

RECITAL DI POESIE ED HAPPENING


Rete democratica
(hanno già aderito)
prime adesioni: ANPI Roma e Ostia, Ass. Caponnetto, Unione Inquilini, Caritas territoriale di Ostia Comitato amici della Madonnetta, ass. Severiana, Comitato civico entroterra 13, CCNO (Comitato Cittadini Nuova Ostia), Affabulazione, , Ostia che cammina, Le Sirene, amici di B. Grillo XIII Municipio e Lista Civica Beppe Grillo Roma cinque stelle, Sinistra e Libertà, LIBERA Municipio 13, Partito Democratico, missione sociale La Ciurma, Italia dei Valori, L’allegra banderuola, Verdi Municipio XIII, Gruppo Studentesco di Iniziativa Sociale del Liceo 'A. Labriola', Rifondazione Comunista Ostia e Acilia, Osservatorio civico 13, italialaica.it; Ass. Gruppo Laico di Ricerca; ass. S.i.a.m.o, , Giovani di via Senofane; Coordinamento dei Gruppi di Facebook per le dimissioni di Berlusconi, Partito Socialista del XIII° Municipio, Cobas Sanità Ostia, i Giovani per la Costituzione, Magazzino dei Semi, L'Alternativa' Onlus; Progetto 'Alina', Citto Maselli, Don Roberto Sardelli, Radici nel cemento